Le ragazze calde degli 899 erotici dal vivo

Fino a qualche tempo fa il mondo degli 899 erotici era un qualcosa di inesplorato. Non tutti si rivolgevano a questo tipo di contatti hot un po’ per timidezza un po’ anche per paura del giudizio degli altri. Oggi invece sono tantissimi coloro che scelgono di chiamare gli 899 erotici.

Uomini e anche donne sono alla ricerca di possibilità convenienti per poter vivere il mondo del sesso in maniera trasgressiva e molto piccante. Anche perché oggi si può scegliere tra una vasta gamma di numeri erotici che assecondano le più varie esigenze.

Infatti sul web ci sono tantissimi portali dove trovare 899 erotici a basso costo di tutti i tipi e che possano soddisfare desideri sessuali qualsiasi. Senza dimenticare che quando si parla di 899 erotici si tratta di un fenomeno sempre più di successo non solo per gli uomini adulti, stanchi della monotonia sessuale.

Telefoni erotici dal vivo: sempre più italiani

Tanti giovani decidono di avvicinarsi a questo mondo per dare spazio a quelle perversioni e fantasie che altrimenti rimarrebbero insoddisfatte.

Occasione concreta dunque per vivere la bellezza dell’eros e anche della trasgressione in maniera libera e senza pensare ai giudizi delle persone.

Ma se un numero sempre maggiore di persone sceglie di affidarsi a 899 erotici i motivi non sono casuali. Infatti questi sono argomento di discussione nella quotidianità tra persone che vogliono lanciarsi in esperienze sessuali uniche e piccanti come poche altre.

Basti pensare che grazie a questi contatti erotici si ha a disposizione una concreta possibilità di trasgressione.

Dunque si potrà dare spazio a quelle fantasie più trasgressive: ci si potrà godere esperienze erotiche in compagnia di persone eterosessuali, e quindi donne sexy, ma anche mature, milf e molto altro.

Chi invece non si accontenta potrà anche godersi la compagnia telefonica di uomini gay, trans, donne padrone: tutto quello che serve per vivere il sesso in maniera nuova. Anche perché gli 899 erotici sono ottimi soprattutto per quelle persone che non vivono più il sesso come prima: la monotonia non è alleato del benessere sessuale.

Non c’è pericolo di essere scoperti in quanto gli 899 erotici garantiscono privacy e soprattutto costi ridotti nella maggior parte dei casi. Molto spesso gli 899 erotici vengono anche scelti per poter evitare lo stress quotidiano.

Il benessere sessuale fa stare bene e migliorerà decisamente la vita di una persona. Ecco perché chiamare a questi numeri è la soluzione ideale per poter dimenticare le preoccupazioni della quotidianità.

Da specificare comunque che ci sono tanti tipi di 899 erotici che hanno l’obbiettivo di soddisfare i più vari desideri sessuali. Si potranno trovare contatti telefonici piccanti per tutti i gusti e ciò spiega il motivo di un successo sempre maggiore degli 899 erotici. Occasione unica per lasciarsi travolgere dalla passione e per vivere il sesso in maniera completamente nuova e priva di qualsiasi tabù.

La cosa importante quando si parla di 899 erotici è anche il costo degli stessi. Quando si pensa a questa possibilità molte persone hanno paura di pagare bollette salate o continue ricariche telefoniche. Nulla di tutto questo in quanto sul web si potrà trovare un’ampia gamma di numeri erotici a prezzi vari così da scegliere il più adatto per sé e per le proprie esigenze.

Infatti ci sono 899 erotici a prezzi vari: da quelli che fanno pagare 10 centesimi al minuto fino ad arrivare anche a 30, 40 o 50 centesimi. Il tutto garantendo comunque svariati servizi: molti contatti telefonici erotici non prevedono alcuna attesa e perciò si passerà direttamente al sodo. Inoltre molti di questi prevedono anche la possibile fidelizzazione, ovvero interagire sempre con la stessa persona.

 

Notre dame de paris: il musical dei record che spopola in Italia

Notre dame de Paris” nei suoi quasi 12 anni di programmazione è il più grande show mai prodotto in Europa. È sicuramente il musical più amato dagli italiani che in oltre 3 milioni e mezzo sono andati a vederlo nelle principali città d’Italia. Non si sbaglia quando gli si conferisce l’appellativo di Musical dei record. Perché i numeri che lo accompagnano sono da record..prime fra tutte le mille repliche.

Lo show firmato da Cocciante è tratto dal famoso e omonimo romanzo di Victor Hugo e prodotto David e Clemente Zard, narra le vicende tragiche e tormentate di Quasimodo ed Esmeralda.
La storia è ambientata a Parigi nel 1482. Teatro delle vicessitudini che intrecciano fra di loro le storie dei protagonisti è la cattedrale di Notre dame. I personaggi principali sono il gobbo Quasimodo, la bella zingara Ersmeralda, il crudele arcidiacono Claude Frollo ed il malvagio Phoebus. L’ amore per la bella Esmeralda accomuna tutti i personaggi principali maschili.
Frollo nonostante sia un prete, s’innamora perdutamente di Esmeralda al punto tale di ordinare a Quasimodo, suo servitore fin dall’infanzia, di rapide la fanciulla. L’intervento di Phoebus manda all’aria il progetto di rapimento.

Esmeralda s’innamora dell’uomo a prima vista ma, si legherà presto a Pierre che sposerà per salvare dall’impiccagione ordita da Clopin. Quasimodo per questo verrà fustigato e messo alla gogna pubblica.

Esmeralda s’intenerisce per la situazione e decide di portare dell’acqua al povero Quasimodo che nel vedere la sua dolcezza innamora pure lui di lei. Phoebus approfittando dei sentimenti che la ragazza nutre per lui decide di conquistarla. Le da appuntamento in un locale per adulti e all’insaputa della ragazza, concede a Frollo di osservare l’incontro d’amore. La gelosia di Frollo diventa furia cieca e pugnala a morte ed alle spalle Phoebes. L’arcidiacono scappa lasciando l’arma del delitto.

Esmeralda, visto anche le dichiarazioni del ristoratore, sembra essere la principale responsabile della morte della guardia e viene accusata di omicidio e stregoneria. Durante il processo religioso, Frollo non prende le difese della giovane e la posizione della stessa continua ad aggravarsi.

Durante un colloquio Frollo, svela ad Esmeralda di essere stato lui ad assassinare Phoebes e le garantisce la libertà in cambio dei suoi favori e delle proprie grazie ma la ragazza sdegnata lo rifiuta.
A questo punto, mentre viene condotta al patibolo, Quasimodo riesce a rapirla e a condurla dentro la cattedrale per poter godere del diritto di asilo.

La folla chiede la grazia ma Quasimodo pensa sia una manifestaxione contro Esmeralda cosi scatena l’uccisione della folla. Frollo riesce a rapire Esmeralda ma lei lo rifiuta di nuovo e viene consegnata alle guardie. In carcere prima di morire incontra la sua vera madre che la riconosce grazie ad una scarpetta da neonata. Pure la donna morirà nell’invano tentativo di salvare la figlia. Phoebes guarda dall’alto l’uccisione di Esmeralda ma anch’egli troverà la morte per mano di Quasimodo che accecato dal dolore non sopporta di vedere ridere l’uomo. Anche Quasimodo distrutto dalla morte della ragazza si accascera’ accanto a lei fino a lasciarsi morire.

La penna di Victor Hugo che ha creato il capolavoro di Notre dame de Paris, è riuscita in un unico romanzo a toccare le corde di tutti i sentimenti. Ha affrontato temi importanti come l’amore, l’emarginazione, il razzismo, la perfidia e la perdizione.

Primo su tutti l’amore che va oltre l’aspetto fisico e l’handicap. Amore che rende forti, coraggiosi, capaci di superare i propri limiti. Ma anche l’amore che diventa possesso e la cui mancanza rende perfidi, crudeli, assassini. Amore che diventa comodo, o proibito e trasforma negativamente l’uomo in mostro. Cosi accade nelle vicende che vedono protagonisti Esmeralda che viene contesa ed usata dai personaggi negativi Frollo e Phoebes ed amata incondizionatsmente da Quasimodo.

Egli rappredenta il personaggio positivo per eccellenza che dona se stesso all’altro senza pretendere niente in cambio. Da Uomo emarginato si trasforma in eroe sfortunato che però riesce a sconfiggere la malattia e il pregiudizio, lo spazio ed il tempo. Non riesce a vincere la battaglia finale contro il male dei potenti e della casta ma cio che guadagna è una dignità che supera anche la morte alla quale sceglie di andare incontro accanto al corpo esanime della bella zingara.

Nel capolavoro di Hugo a vincere sono i vinti che nella fine apparente della vita guadagnano l’eternità senza più dannazione ne emarginazione. Lo spettacolo dei record è stato portato in scena per la prima volta 11 anni fa da Riccardo Cocciante che con le sue musiche e il cast , ha fatto di questo romanzo, il musical più visto ed amato nella storia del teatro.

 

Le strutture alberghiere top più economiche a Ancona

Grand Hotel Passetto ****

A circa 2,3 km dal porto di Ancona e a soli 3 km dalla stazione potete scegliere di soggiornare al Grand Hotel Passetto. Un 4 stelle diverso dal solito. Una delle soluzioni top per visitare la città di Ancona e soggiornare in una struttura molto moderna e arredata in stile classico ma con quel tocco di contrasto che lo rende davvero un luogo piacevole. A pochi passi dal mare, quest’Hotel offre anche una bellissima piscina attrezzata all’aperto, in cui abbandonarsi e rinfrescarsi nelle calde giornate estive. Un Hotel che si distingue con un bar sempre fornito e una colazione con possibilità di riceverla in camera. A disposizione degli ospiti che amano curare il loro corpo, una palestra, una terrazza con possibilità di solarium e un centro benessere che offre massaggi per rilassarsi e ricaricarsi alla grande.

Il parcheggio è gratuito direttamente in zona senza obbligo di prenotazione. Nelle immediate vicinanze gli ospiti avranno a disposizione per il loro shopping, un minimarket, dei negozi, un parrucchiere e un salone di bellezza. Internet è sempre disponibile in modalità Wi-Fi, gratuita in tutta la struttura. Tra le attività esterne è possibile fare escursioni in bicicletta noleggiando una bici a pagamento per visitare la città in pieno contatto con la natura.

NH Ancona ****

L’aspetto è quello lussuoso e la posizione è invidiabile con vista mare. Questa struttura è davvero il top per chi vuole soggiornare ad Ancona e godersi l’hotel con tutti i suoi servizi. Gli ambienti sono molto grandi, arredati in stile moderno-classico, le camere sono ampie e pulite, con letti confortevoli e dotate di tutti i confort con attenzione ai dettagli. Si raggiunge la spiaggia in 18 minuti, l’hotel si affaccia sul porto turistico e dista 1 km dalla stazione. Offre il parcheggio privato gratuito, la tv satellitare, la connessione Wi-Fi e un ristorante aperto H24. Per gli affari è disponibile in hotel anche una sala riunioni per convention con vista mare. Il ristorante è sempre aperto e offre una cucina tradizionale servita a buffet; inoltre i distributori automatici di snack sono a disposizione dei clienti per tutto il giorno.

Hotel Europa ***

Una struttura moderna che vanta una posizione strategica per visite di affari o di relax. Raggiungibile dall’autostrada attraverso la SS 16 che lo collega direttamente anche all’aeroporto. Un Hotel molto vicino al mare e alle numerose infrastrutture di Ancona, come l’ospedale e l’Università. Dista circa 4 km dalla Stazione centrale ed è raggiungibile a breve anche dal poro data la vicinanza. Un luogo ideale per visitare il centro storico che può essere raggiunto tranquillamente a piedi.

Ambienti moderni, lineari e arredati in stile classico ma essenziale. Un ambiente adatto ad ospitare viaggiatori sia di svago che di piacere. Le camere sono molto accoglienti, con colori caldi e decori in stile rinascimentale.

Un ristorante di cucina tradizionale è a disposizione degli ospiti sia per la mezza pensione che per la pensione completa, tra gli altri servizi, il parcheggio è gratuito, è presente la connessione wi-fi e sono ammessi anche gli animali. Da valutare per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Hotel della Vittoria ***

Ambiente quasi familiare in questa struttura in stile moderno ed essenziale. E’ situato in una posizione gradevole e la spiaggia può essere raggiunta con una passeggiata di 10 minuti. E’ molto vicino anche al centro storico della città di Ancona e dista 14 km dall’aeroporto di Falconara. La pulizia è impeccabile e le 17 camere sono dotate oltre che di un letto comodissimo per un sano relax, anche di TV a schermo piatto della connessione wi-fi per collegarsi senza problemi. La colazione è abbondante e può essere servita in camera.

Vuoi vedere una lista completa di alberghi e hotel fantastici ad Ancona? Vai ai migliori hotel della zona!

 

Oroscopo al telefono? Con gli 899 è possibile

Qual è il tuo segno zodiacale? e il tuo ascendente? Sono domande alle quali tutti nel corso della vita ci siamo trovati a dover dare una risposta. I segni zodiacali e gli oroscopi sono da sempre parte dell’esistenza umana perché in ogni epoca storica, l’uomo è sempre stato affascinato dalla possibilità di riuscire a prevedere eventi futuri per conoscerli prima del tempo e provi rimedio.

Al giorno d’oggi rimanere aggiornati circa le previsioni riguardanti l’oroscopo è davvero molto semplice. Ci sono numeri siti e gruppi di sensitive che offrono servizi di cartomanzia telefonica a prezzo molto basso: una vera novità rispetto al passato.  Radio, programmi televisivi, testate giornalistiche, riviste, siti internet ed app per smarthphone sono in grado di aggiornarci in tempo reale sugli avvenimenti che interesseranno il nostro segno zodiacale. La scienza alla base dell’oroscopo è l’astrologia. Quest’ultima, nel corso dei secoli, ha subito innumerevoli mutamenti ed influenze culturali, riuscendo in ogni epoca storica ad affascinare l’uomo e ad incidere sulle sue decisioni.

Le prime prove storiche dell’ esistenza di forme primordiali di oroscopo, risalgono al periodo Babilonese. Sono custodite presso il museo di Londra, le prime tavolette in argilla risalenti al re Assurbanipal, sulle quali vennero incisi i risultati delle osservazioni astrologiche dell’epoca. In base a degli studi approfonditi sui reperti rinvenuti, è emerso che il popolo Babilonese era dedito ad osservare in particolare la Luna, Marte ed il Sole. In tal modo erano convinti di riuscire ad interpretare la volontà divina e di essere in grado d’individuare il periodo dell’anno più propizio per il raccolto. Per quanto riguarda i segni zodiacali contemplati dai Babilonesi, essi non avevano nulla a che vedere con l’attuale concezione di zodiaco. Le prime costellazioni osservate dai Babilonesi furono proprio le costellazioni dello zodiaco che presentavano sembianze quasi umane. Zodiaco in greco significa proprio essere vivente.

I primi a dividere i segni dello zodiaco in 12 parti, furono i sacerdoti caldei. In questa fase storica dell’oroscopo, l’obiettivo dei sacerdoti caldei ed in generale degli astrologi dell’epoca, non era quello di dar vita a previsioni individuali. Il vero scopo era quello di produrre divinazioni che riguardassero le sorti della collettività ed in generale del regno. Dopo il declino della civiltà Babilonese, avvenuta intorno al 500 a.C., le conoscenze acquisite furono tramandate ed ampliate dalle popolazioni successive ovvero i Persiani ed i Greci. Questo periodo rappresentò per l’astrologia, che ricordiamo essere la scienza alla base dell’oroscopo, un momento di profonda evoluzione.

Questo perché le previsioni cesseranno di riguardare solo la sfera collettiva ed iniziarono ad assumere una connotazione individuale. Secondo i Greci l’organismo umano rappresentava un vera e propria riproduzione del corpo celeste. Da questa concezione di dualismo tra uomo e cosmo nacque la possibilità di prevedere il destino del singolo essere umano attraverso l’osservazione diretta della costellazione di appartenenza. Sempre in virtù di tale pensiero durante l’epoca greca, l’astrologia riuscì ad amalgamarsi profondamente anche ad altre scienze, prime fra tutte la medicina: ad ogni parte del corpo e a ciascun organo, venne fatto corrispondere una specifica costellazione. In tal modo, come accade ancora oggi, in base al giorno, mese ed ora di nascita, fu possibile individuare il segno zodiacale di appartenenza e prevedere il futuro di ciascun individuo. Durante l’epoca romana invece, l’astrologia e gli oroscopi, conobbero un profondo periodo di crisi, in cui fantomatici veggenti ed indovini approfittarono delle ansie e delle paure che imperversavano gli animi della popolazione durante il periodo delle invasioni germaniche.

Il primo trattato di astrologie della storia dell’Occidente, che donò nuovo lustro alla scienza astrologica e contribuì ad ampliare ed affinare le metodologie di predizione degli oroscopi individuali, fu realizzato da Claudio Tolomeo. Il matematico e filosofo nel II secolo d.C., diede vita con il suo Tetrabiblos ad un vero e proprio punto di raccordo tra le nozioni astrologiche babilonesi, egiziane e greche e le nuove frontiere astrologiche dell’epoca. Facendo un ampio balzo temporale ed approdando nel Medioevo, assistiamo, in questo periodo, ad una forte correlazione tra il mondo dell’astrologie e degli oroscopi, con quello della sfera cristiana. Come scrisse Michele Scoto, celebre astronomo alla corte di Federico II, gli astrologi sono individui prescelti da Dio ed in grado di conoscere verità e segreti divini sconosciuti al resto del mondo.

Lo stesso Federico II e come lui gran parte dei sovrani dell’epoca, necessitava di un consulto di un astrologo prima di avventurarsi in battaglia. In un celebre scontro che vide l’esercito di Alberico scontrarsi con quello di Federico II, quest’ultimo si affidò alle previsioni dell’astrologo Teodoro che attese l’ingresso di Giove nella costellazione del Leone prima di dare il via alla battaglia. Lo scontro andò male per Federico II perché, a quanto pare, Teodoro a causa di una fitta nebbia, non si accorse della presenza della,poco benevola, costellazione dello Scorpione. Durante il Medioevo, l’arte dell’astrologia legata all’oroscopo fu perfino praticata da grandi studiosi e scienziati dell’epoca. Lo stesso Galileo Galileo vi si dedicò.

 

Chi era Umberto Eco? Storia del grande scrittore italiano

Raccontare con poche parole la storia di Umberto Eco è davvero molto difficile. Di sicuro, è necessario dire che è stato uno dei personaggi ad aver lasciato un segno indelebile nel mondo della cultura e della letteratura. Critico, scrittore ma anche semiologo e magistrale saggista, Eco è nato in Piemonte nel ’32 e nel 54 si è laureato discutendo una tesi si Tommaso d’Aquino. Tra l’altro, la laurea è arrivata a soli 22 anni e la sua tesi poco dopo è stata resa pubblica. Ad aver consentito ad Umberto Eco di essere conosciuto in brevissimo tempo dal grande pubblico è stata, senza alcun dubbio, la televisione.

Il suo arrivo alla Rai, infatti, ha giocato un ruolo molto importante nella sua vita. Durante la sua permanenza in Rai si è occupato di vari servizi culturali. Nonostante la sua esperienza televisiva, Eco non ha voluto abbandonare il mondo accademico tanto da iniziare ad insegnare sia a presso l’Ateneo di Milano che quello di Firenze.

In questo periodo Eco si avvicina moltissimo ai movimenti della cosiddette avanguardie artistiche tanto da decidere di offrire il proprio contributo dal punto di vista teorico. Inoltre, decide di aderire al Gruppo 64 al quale tra gli altri appartenevano anche Edoardo Sanguineti, Angelo Guglielmini e Nanni Ballestrini.

La fama è arrivata nel ’62 quando pubblica un vero e proprio capolavoro nell’ambito dello studio della semiologia. Ovviamente, stiamo parlando di Opera aperta, un testo che nel corso del tempo è diventato una colonna portante della scienza dei segni. Dopo tale testo e varie collaborazioni molto importanti, inizia ad insegnare a Bologna.

La sua carriera è talmente tanto brillante che gli vengono consegnati moltissimi premi e, addirittura, nell’89 viene insignito del titolo di presidente di un noto istituti di ricerca semiologica. Oltre alla sua attività da insegnante, come anticipato Eco è stato anche un grande scrittore. Le collaborazioni con giornali e quotidiani sono stati davvero moltissimi come, del resto, lo sono state anche alcune sue ricerche riguardo a temi sociali ed alla comunicazione.

E per quanto riguarda la scrittura? Ovviamente, quando si parla di Umberto Eco non si può fare a meno di pensare ai suoi romanzi più famosi. Tra questi devono essere annoverati di diritto Il nome della rosa e il romando Il pendolo di Foucalt. Un altro suo romanzo particolarmente interessante è anche L’isola del giorno prima. Anche in questo caso, siamo di fronte ad un vero e proprio genio della letteratura che non perdeva occasione per stupire tutti i suoi lettori.

La passione per la scrittura non è mai venuta meno. Basti pensare al fatto che anche negli anni 2000 Eco ha scritto vari romanzi di successo. La struttura narrativa ed il suo stile sono rimasti pressoché gli i medesimi degli esordi in modo tale da consentire ai lettori di sentirsi a proprio agio.

La morte di Umberto Eco ha scosso tutta la società civile e non solo. Proprio Umberto Eco, infatti, era riuscito a parlare alla gente con un linguaggio decisamente innovativo e particolarmente funzionale. I suoi studi approfonditi della comunicazione lo avevano reso particolarmente abile nel veicolare ogni genere di messaggio.

Nella sua carriera, poi, in più di un’occasione ha acceso i riflettori sull’impatto dei mass media sulla società lasciando molti margini di riflessione e di crescita personale e collettiva. Il grande ed indimenticabile Umberto Eco è morto all’inizio del 2016 a causa di una malattia scoperta circa due anni prima del suo decesso.

Di lui, oltre all’inamovibile ricordo, rimarranno tutti i suoi scritti, le sue ricerche, i suoi manuali ed i suoi insegnamenti. Saranno in moltissimi, infatti, gli studenti che si cimenteranno nello studio delle teorie di semiologia e di comunicazione elaborate proprio da Umberto Eco durante tutta la sua vivace e particolarmente interessante carriera. In estrema sintesi, Eco è stato uno dei più grandi letterati e studiosi di tutti i tempi e, soprattutto, è stato un grande italiano che ha fatto conoscere la cultura del nostro Paese nel mondo.

 

Come parlare con sensitive serie e professionali al telefono

La cartomanzia è sempre stata una pratica largamente utilizzata dalla popolazione, tanto da rappresentare ancor oggi uno dei metodi divinatori molto diffusi.

Le persone si rivolgono alle cartomanti sopratutto per chiedere delle informazioni maggiori a proposito di alcuni eventi, permettendo loro di leggere il passato, il presente o il proprio futuro. Come in ogni pratica astratta e lontana dall’analisi scientifica si potrebbero verificare degli errori d’interpretazione dei simboli delle carte.

Questo lato negativo della cartomanzia viene eliminato progressivamente con l’acquisizione dell’esperienza.

I piccoli errori delle cartomanti inesperte potrebbero essere dettate anche da delle mancanze d’informazioni oppure di un talento non sufficiente. Inoltre, come in ogni ambito della vita umana, anche in questo vi potrebbero essere delle persone malintenzionate. Non è raro che possa capitare di contattare donne prive di talento che si spacciano per delle grandi cartomante.

Cartomanti? Solo serie, professionali e esperte

Il modo più utile per verificare che una cartomante abbia realmente il dono di poter leggere le carte è chiederle qualcosa a proposito del proprio passato. Così si potrà accedere a una risposta specifica, comparandola con gli eventi realmente accaduti nella propria vita.

Il modo migliore per contattare una cartomante è presentarsi da lei fisicamente. Tuttavia questo non è sempre possibile, specialmente considerando le elevate distanze che separano le più grandi città italiane.

Al giorno d’oggi le persone hanno molte cose a cui badare vista la dinamicità della vita odierna, le risposte alle domande sulle proprie situazioni vitali diventano un optional che si può sfruttare o non sfruttare a seconda della volontà.

Un compromesso ideale per non perdere tempo e non spendere troppo pur rivolgendosi a delle professioniste è rappresentato dalla possibilità di richiedere un consulto alle cartomanti via telefono. Ce ne sono di diverse che operano con successo sulle linee telefoniche.

Il funzionamento della cartomanzia via telefono è del tutto uguale a quella praticata normalmente. Attraverso il contatto e la voce la persona interessata al consulto trasmette la propria energia, che influenza il modo in cui vengono disposte le carte. In questo modo si riesce a ottenere dei riassunti in linea generale oppure dei resoconti complessi e dettagliati, a seconda delle esigenze della persona richiedente.

Tutte le cartomanti che lavorano in un gruppo subiscono una rigida selezione il cui fine è quello di dividere le donne che posseggono il vero dono da quelle che, invece, fanno della cartomanzia un modo per arricchirsi. Le selezioni vengono effettuate sempre da uno staff competente che mette a dura prova le capacità delle candidate.

Al termine quelle che sono riuscite a raggiungere dei buoni risultati vengono selezionate per far parte di un team di cartomanti serie e professionali. Le altre, invece, vengono estromesse dal lavoro, in quanto non abbastanza talentuose o serie.

I costi dei consulti variano notevolmente in base all’operatore telefonico, alla regione e al Paese da cui si chiama.

Ovviamente, come avviene per ogni servizio, bisogna pagare anche le cartomanti stesse. Per questo ai costi di chiamata e conversazione vengono aggiunti dei costi aggiuntivi, che servono appunto a stabilire un piccolo salario. Quest’ultimo rappresenta la ricompensa delle cartomanti per il loro lavoro.

Nella maggior parte dei casi le persone interessate alla cartomanzia trovano dei diretti riscontri tra le parole della cartomante e la propria situazione di vita.

A questo proposito è noto che il rapporto tra la cartomante e il suo cliente può durare anche più di un solo consulto, fortificandosi nel tempo. Stabilendo un contatto diretto con l’energia del cliente, la cartomante sarà in grado di redigere dei rapporti sempre più precisi e dettagliati, indirizzando l’interessato verso la giusta scelta.

Per comprendere le reali potenzialità della pratica non ci vuole affatto molto e i costi iniziali non sono elevati. Basta sollevare la cornetta e chiamare una delle cartomanti disponibili. Stando comodamente seduti a casa propria si avrà accesso a tutte le informazioni di cui si ha bisogno sulla propria vita, ottenendo anche dei consigli su come agire in situazioni del futuro.

 

Consulti di cartomanzia a basso costo da cellulare: la cartomante in rubrica

Molto spesso, una persona tende a portare con se degli oggetti che servono a portare fortuna oppure a seguire i consigli di una persona fidata.

Al giorno d’oggi, portare in tasca e nella rubrica del telefono il numero del consulto di cartomanzia a basso costo da cellulare, risulta essere molto diffusa come tipologia di modo di affrontare la vita di tutti i giorni, senza che vi possano essere limiti di ogni tipo.

Un numero che cambia la vita

Al giorno d’oggi, la rubrica del telefono di molte persona ha un numero particolare memorizzato ed esso risponde al nome di cartomanti esperte.

Questa nuova moda, da diverso tempo a questa parte, sta riuscendo a riscuotere un grandissimo successo e sempre più persone decidono di sfruttare la suddetta per ottenere un tipo di consultazione che risulta essere tanto utile quanto precisa, a detta di coloro che hanno deciso di adoperare questo particolare servizio.

Bisogna mettere in risalto come, sia uomini che donne, senza alcun tipo di limitazione, decidono di fare affidamento su questo particolare tipo di servizio, il quale viene visto come un vero e proprio aiuto che viene offerto loro nei momenti di maggior difficoltà, quelli dove magari non si riesce a superare una determinata problematica che potrebbe presentarsi nella vita di tutti i giorni.

Questo tipo di numero, che viene salvato da moltissime persone nella propria rubrica, offre una vasta gamma di pregi, i quali vengono visti come utili ed essenziali per poter risolvere alcune problematiche reputate come uniche sotto ogni aspetto.

Perché si salva il numero del consulto di cartomanzia a basso costo da cellulare

Avere il numero della propria cartomante di fiducia nel telefono rappresenta un tipo di operazione che moltissime persone hanno deciso di compiere, senza che vi possano essere particolari limiti o problemi di ogni tipo.

Si parla di un semplice numero che, per molte persone, risulta essere essenziale e che garantisce loro la concreta opportunità di poter vivere, nel migliore dei modi, la propria vita.

Il numero della cartomante di fiducia permette di poter accedere ad un servizio che risulta essere attivo tutto il giorno a tutte le ore del giorno: il gruppo 899 ha deciso di sfruttare questa formula in maniera tale che, i clienti, possano essere sempre sicuri del fatto che, dall’altra parte del telefono, vi sia una persona pronta a dare loro una risposta unica, precisa ed attenta, in grado di liberare la loro mente da una serie di pensieri che risultano essere tutt’altor che positivi.

Importante parlare anche del costo di questi consulti definiti come improvvisi: essi hanno un prezzo abbastanza ridotto che riesce nell’impresa di garantire una soddisfazione veramente unica e piacevole, la quale viene accompagnata dall’opportunità di poter parlare con delle persone che sono veramente esperte e che sanno quello che dicono al cliente, senza che vi possano essere particolari limiti che impediscono l’utilizzo del servizio stesso.

Un servizio diverso

Il consulto di cartomanzia e tarocchi da cellulare a basso costo risulta essere abbastanza utile alle persone che, per diversi motivi, si trovano costrette a dover affrontare delle situazioni che, a detta loro, risultano essere poco piacevoli da affrontare e che non permettono di poter ottenere il massimo livello di soddisfazione nel ricevere appunto il sostegno da parte di queste persone esperte.

Col servizio di 899, molte persone hanno sostenuto che, la consulto di cartomanzia a basso costo da cellulare, è stata piacevole da sentire e da sfruttare, visto che essa ha permesso loro di risolvere una vasta gamma di problemi che sembravano essere impossibili sa superare.

A questa professionalità si affianca anche l’opportunità di poter spendere poco denaro, motivo per il quale questa moda riesce ad essere presente nella vita di una persona e caratterizza il suo modo di fare senza che vi siano particolari conseguenze che limitano appunto l’utilizzo del servizio stesso, rendendolo una moda che non passa mai.

 

La storia di Paolo Fox e del suo famoso oroscopo

Quando si parla di oroscopo e di previsione del futuro, la prima persona che viene in mente è quasi sicuramente Paolo Fox. Ma chi è davvero il più famoso ed esperto conoscitore dell’oroscopo in Italia? Scopriamo insieme la sua biografia e le tappe fondamentali della sua carriera.

Paolo Fox nasce a Roma nel 1961 e si può dire che l’amore per l’astrologia nasce insieme a lui: Paolo, infatti, inizia giovanissimo ad approcciarsi a quest’arte, attorno ai 16 o 17 anni.
Il suo oroscopo è sempre accurato e studiato nei minimi dettagli, ed un Paolo ancora in erba comincia a proporre le sue previsioni per il futuro già nelle emittenti televisive più famose, come la Rai, o in radio.

La sua prima apparizione radiofonica è per i microfoni di Radio Lattemiele, dove l’oroscopo tiene compagnia agli ascoltatori per 3 appuntamenti quotidiani: alle 6.40 e alle 7.40 del mattino, e poi alle 19.40 la sera.

Paolo Fox ha lavorato, proprio in questi anni Novanta, anche per Radio Deejay ed ha pubblicato la sua prima opera per i tipi di Edizioni Cioè: “Previsioni astrologiche 1997”.
Prima di arrivare sulle reti ammiraglie della Rai, Fox ha lavorato anche nelle loro radio, dove l’appuntamento quotidiano con l’oroscopo era un momento irrinunciabile per migliaia di ascoltatori.
È il 1998 quando Paolo Fox riesce a ricavarsi uno spazio tutto suo nella trasmissione di Rai Uno Per tutta la vita, arrivando poi a tenere delle rubriche anche ne In bocca al lupo! e Domenica In.

Tra queste tre trasmissioni vale la pena ricordare soprattutto la prima, che lo ha reso il più affidabile esperto di oroscopo in Italia: Paolo, infatti, è stato lanciato da quello show che andava in onda di sabato sera, anche se il grande pubblico ha potuto conoscerlo meglio quando ha ricevuto uno spazio in In bocca al lupo! Questa trasmissione, infatti, andava in onda di pomeriggio, permettendo a molte persone di sintonizzarsi ed ascoltare i suoi oroscopi, divenuti un punto di riferimento. Lo stile di Paolo Fox, infatti, si evolve nel tempo, andando progressivamente verso una semplificazione sempre maggiore.

Paolo, infatti, matura in questo momento la consapevolezza che l’oroscopo non è una disciplina per pochi eletti, ma un modo di incanalare e di leggere la realtà che tutti devono essere in grado di comprendere. Per mettere la totalità del suo pubblico nella condizione di capire cosa le stelle volessero dire, Fox ha cercato una comunicazione sempre più semplice e diretta, arrivando al cuore delle persone.

Nella fascia cronologica che va dal 1999 al 2004, Paolo Fox si afferma, però, anche in altri programmi televisivi come I fatti vostri e Mezzogiorno in famiglia.
Verso la fine dell’anno, tendenzialmente nel mese di dicembre, Paolo Fox ha poi avuto diritto ad uno speciale nel quale si fanno previsioni per il nuovo anno segno per segno, calcolando quali saranno i momenti di forza e di debolezza di ogni costellazione.

La sua presenza, a partire dai primi anni Duemila, è stata costante anche alle serate di Capodanno organizzate da Rai Uno, in diretta per celebrare l’arrivo del nuovo anno con uno show che fa anche il conto alla rovescia e tiene compagnia a milioni di italiani.

Dal punto di vista dell’editoria e della carta stampata, gli oroscopi annuali di Paolo Fox sono pubblicati sotto forma di libro diviso segno per segno a partire dal 2007, anno con cui si è iniziata la collana con il volume “L’oroscopo 2008”.

Negli anni Novanta, oltre alle già citate Previsioni Astrologiche, Paolo aveva pubblicato un lbro intitolato “Astrotest, conosci te stesso e il tuo futuro con le chiavi di una nuova astrologia”, che permette di effettuare dei test a casa propria scoprendo alcuni lati nascosti della propria personalità.

Nel 2014 Fox è stato anche autore del libro introspettivo “Parlo di te. Domande e risposte astrologiche per scoprire te stesso e gli altri”, che si preoccupa di indagare il modo in cui ogni segno percepisce la propria personalità e quella altrui.

Per quanto riguarda, infine, le apparizioni su riviste settimanali, Fox ha un’esclusiva con DiPiù e DiPiù TV, due giornali diretti da Sandro Mayer e pubblicati da Urbano Cairo. Una piccola curiosità sull’astrologo più amato e famoso d’Italia: Fox ha ottenuto nel 2014 un piccolo cammeo in un film natalizio.

 

Galaxy X: il nuovo smartphone pieghevole di Samsung

Samsung è la casa coreana che produce smartphone, tablet ed altri prodotti di tecnologia, eterna rivale dei prodotti Apple di Cupertino.
Nella lotta fra Samsung e Apple ci sono sempre dei prodotti nuovi che vengono lanciati per cogliere di sorpresa il brand rivale e far impennare le vendite verso il proprio, e questo ha portato indubbiamente ad u continuo miglioramento tecnologico e di design dei vari oggetti commercializzati.

Ora, però, la Samsung sembra aver davvero stravolto il mercato e il modo di vedere la tecnologia proponendo un nuovo smartphone che ha una caratteristica davvero singolare: quella di potersi piegare.

Anche se il nome in codice di questo progetto sembra essere Project Valley, è molto probabile se non quasi certo che il nuovo modello si chiamerà Samsung Galaxy X.
Molti non più giovanissimi potrebbero obiettare che 10 anni fa i telefonini o addirittura i videofonini pieghevoli erano all’ordine del giorno, e i nati negli anni Novanta e cresciuti nei primi anni Duemila ricorderanno sicuramente le decine di marche di cellulari pieghevoli che promettevano maneggevolezza e leggerezza.

Il progetto di Samsung, però, non tiene in conto di queste obiezioni e risponde che sì, il suo smartphone sarà pieghevole, ma che la parte che si potrà piegare sarà quella dello schermo. Il display, ancora touch screen e ancora capacitivo, sarà però in grado di curvare completamente su sé stesso, riducendo lo smartphone ad un foglio di carta ripiegato.

Entrambe le parti della scocca che si chiude, quindi, saranno parte integrante del display, che sarà quindi panoramico: una rivoluzione completa rispetto ai vecchi telefonini o anche a dei nuovi smartphone (che però non hanno avuto il successo sperato), dove la parte superiore, per quanto ampia, era occupata dal display mentre quella inferiore era dedicata al tastierino.
Il modello Clam Shell (cioè a conchiglia, come venivano chiamati i modelli simili negli anni Novanta) avrà comunque un display super Amoled che garantirà una risoluzione di colori identica agli smartphone panoramici: la tecnologia 4K, infatti, permetterà di fotografare o vedere benissimo nonostante la giuntura per piegare le due parti del telefono.

La risoluzione, probabilmente, non sarà troppo diversa da quella del Galaxy s7 Edge, uscito da pochissimo, e sarà quindi QHD 2560 x 1440 pixel.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche del telefono, la somiglianza con l’ultima serie dei Galaxy potrebbe essere molto spiccata, soprattutto in fatto di impermeabilità. A partire dall’S5, infatti,, i telefono di questa linea sono in grado di resistere a basse profondità, quindi di scattare anche foto subacquee: non ci sono ancora notizie in merito, ma è possibile che il Galaxy X rispecchi queste impostazioni già tipiche dei suoi predecessori.

La batteria potrebbe essere ancora una di quelle al Litio da 3000mAh, come quelle degli altri Galaxy, che hanno il vantaggio di avere una vita piuttosto lunga prima di deteriorarsi, ma anche lo svantaggio di consumarsi in fretta dopo una carica e quindi di aver bisogno di molta alimentazione.

Probabilmente Galaxy X verrà commercializzato nel 2017, anno nel quale dovrebbe uscire anche il Galaxy S8, su cui ci sono ancora molti rumors ma pochissime certezze. Secondo indiscrezioni, con il modello S8 Galaxy X avrà in comune dei particolari sensori nella telecamera che rivoluzioneranno il modo di guardare l’obiettivo e di fare foto: si tratta dei sensori capacitivi BRITCELL e ISOCELL. Ci sono anche molte indiscrezioni che parlano di un cambio di otturatore nella fotocamera per permettere di incapsulare più luce e di realizzare migliori foto notturne.

Il processore, la CPU e la RAM rimangono le componenti più misteriose di Galaxy X, parti che ancora non hanno trovato una loro identità nel disegno della casa coreana. Se le somiglianze con Galaxy S7 saranno probabilmente spiccate, è altrettanto probabile che nel nuovo modello l’azienda cerchi di risolvere i bug di sistema e di migliorare le prestazioni di velocità sia dell’hardware che della RAM. Molti sostengono che il modello lancio avrà una RAM da 6gb, sulla falsariga di quella lanciata per il modello Galaxy Note7, che però per ora è uscito soltanto in Cina.

 

Apre BraccialiEditore.it: blog di notizie e curiosità

Oggi apre il blog BraccialiEditore.it, un sito che si occuperà di raccogliere opinioni, curiosità e approfondimenti dettagliati su numerosi temi d’attualità.

Grazie a uno staff preparato e attento, BraccialiEditore.it starà “sempre sul pezzo”, che sia su argomenti tecnologici, di cronaca, gossip, società, benessere e molto altro.

Iscriviti al feed RSS per rimanere aggiornato sulle notizie pubblicate sul nostro blog!